Queridos amigos e irmãos,

l’emergenza esplosa in Italia nelle ultime due settimane ci ha improvvisamente messo davanti alla fragilità del nostro essere e delle nostre relazioni. Tutti siamo confusi e costernati, tutti siamo preoccupati per il futuro del nostro paese e del mondo; tutti cerchiamo di scrutare l’orizzonte per capire quando finirà questa lunga notte.

A chi è nella sofferenza per la malattia, a chi ha già perso amici e parenti nella lotta contro questo nemico invisibile, a chi non può avere il conforto dei familiari durante l’agonia, Nomadelfia non può fare altro che esprimere tutta la sua solidarietà e vicinanza nella preghiera al Signore onnipotente, che può consolare chi è nella prova.

Siamo infinitamente grati a medici, infermieri e operatori socio-sanitari che in queste settimane stanno lavorando senza sosta per le vittime dell’epidemia: E, ao lado deles, todos gli operatori della protezione civile, alle forze dell’ordine, ai volontari della Caritas e di tutte le organizzazioni che in questo momento critico non hanno negato il loro aiuto a chi vive delle situazioni di povertà. A tutti voi va il nostro più sentito ringraziamento.

Siamo vicini a tutti coloro i quali, pur non essendo toccati direttamente dall’epidemia, stanno facendo la loro parte nel mantenere l’isolamento e limitando i contatti sociali. In questo momento un’enorme responsabilità grava sulle spalle di tutti, e tutti siamo chiamati ad un lungo digiuno: digiuno dalle libertà a cui eravamo abituati, digiuno dai nostri affetti, dalle nostre abitudini, digiuno dalla S. Messa e dall’Eucaristia. Anche Nomadelfia sta facendo la sua parte, non solo limitando il più possibile i contatti con l’esterno, ma anche cambiando molti aspetti del nostro stile di vita comunitario. Nei prossimi giorni, cercheremo di mettere in atto delle nuove forme di solidarietà “digitale”, per restare vicini a chi in questo momento è solo o ha bisogno di un conforto.

Vi invitiamo infine a non perdere la speranza. Questa esperienza ci sta mostrando con ancora più chiarezza che siamo nelle mani di Dio, ognuno responsabile e corresponsabile dell’altro, chiamati a prenderci cura di ogni persona. Continuiamo ad immaginare il futuro, perché già da ora noi tutti siamo chiamati a costruire un mondo diverso. E Nomadelfia è pronta a costruirlo insieme a voi.