“Accogliamo la visita di Papa Francesco a Nomadelfia come un dono che genera gratitudine ed entusiasmo.

Essa reca la benedizione del Signore su un piccolo popolo che ha fatto del Vangelo il proprio codice del vivere e spera che, anche in seguito a questo evento, possa realizzarsi quel “crescete e moltiplicatevi”  che dia sollievo a tutta l’umanità.

Siamo certi che insieme a noi gioisca Don Zeno davvero nel vedere dal cielo Papa Francesco sostare davanti alla sua tomba, dopo quella di Don Mazzolari e Don Milani che come lui hanno lottato per una civiltà più umana è più cristiana”.

Don Ferdinando Neri di Nomadelfia (successore di Don Zeno)

Pin It on Pinterest