Con questa meditazione di don Zeno vogliamo riflettere insieme sul valore della scuola e augurare a tutti un buon inizio dell’anno scolastico!

“Qui si tratta di imparare a vivere non solo a studiare, perché ci sono degli uomini che hanno studiato e fanno delle cose brutte e molte. Vedete? Hanno studiato e fanno le guerre. Va bene fare le guerre? “No”. Uno può studiare fin che vuole ma se poi fa di queste cose…

Bisogna imparare a vivere e, per saper vivere, bisogna studiare la vita vivendo.

Is it enough to speak or do we also have to do? Questa non è una scuola morta, ma vivente: vuol dire che fa delle cose che vivono. Un ragazzo deve imparare a leggere e scrivere, va bene; ma basta saper leggere e scrivere o bisogna anche saper vivere? Bisogna saper vivere e anche leggere, scrivere perché è vivere anche quello lì; therefore it is not a school, but part of life. Non è tutta qui la vita, è anche là dove vai a mangiare e giocare; e quando vai a Messa è vita anche quella lì”.

La scuola di Nomadelfia trova nei babbi e nelle mamme gli artefici naturali della scuola “familiare”. La famiglia assume una funzione centrale. Infatti, ricorda don Zeno nel 1971, “non si tratta di scuola, anche perché scuola non è la parola giusta. La parola giusta è educazione, formazione, che comincia all’altare quando si fa un matrimonio e finisce con il passaggio alla vita eterna".

The purpose of all the teaching basically is of "Know themselves and their needs (which are the same as other human beings), in order to be useful to all humanity".