Prophetic Economy costruiamo insieme il nostro futuro

Da quando è stato reso pubblico l’annuncio che il Papa avrebbe visitato Loppiano e di Nomadelfia nello stesso giorno, abbiamo visto decollare un’amicizia iniziata già da tempo fra le nostre due realtà. Negli ultimi giorni di aprile c’è stato uno scambio di visite fra le scuole di Nomadelfia ed i giovani di Loppiano, mentre il primo maggio alcuni giovani di Nomadelfia hanno portato la loro testimonianza al Genfest. Ma il nostro cammino si era già incrociato altre volte, ed ognuno di questi incontri ha dato frutto.

Uno dei risultati più significativi di questo dialogo è sicuramente Prophetic Economy, un evento che si terrà a Roma dal 2 al 4 novembre 2018. Nomadelfia si è fatta promotrice di questo evento insieme ad Economia di Comunione (EdC), ATD Quart Monde, The Global Catholic Climate Movement, SlotMob, Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Mondo Comunità Famiglia e Teens4Unity. Lo scopo dell’evento è quello di avvicinare tutte le associazioni, imprese, organizzazioni e movimenti che credono nello sviluppo umano integrale e nella sostenibilità, lavorando per una transizione ad un’economia al servizio della persona e dell’ambiente. Per trovare una soluzione ai problemi ambientali e sociali del nostro tempo, gettando le basi per il nostro futuro.

Da soli possiamo poco, ma insieme possiamo fare molto: per questo Prophetic Economy non sarà un convegno ma l’inizio di un processo, per trovare nuove vie di collaborazione, confrontarsi, cercare soluzioni sostenibili ,con particolare attenzione ai più poveri.  Con un concorso di pratiche di economia profetica daremo visibilità e riconoscimento ai tanti protagonisti del cambiamento. I bambini avranno un programma dedicato a loro, per stimolare la loro inventiva e tenere conto della loro visione.

Con questa iniziativa, le nostre organizzazioni sembrano voler raccogliere l’invito rivolto dal Papa proprio ad EdC il 4 febbraio del 2017, durante l’udienza con i rappresentanti del movimento: “L’economia di comunione avrà futuro se la donerete a tutti e non resterà solo dentro la vostra ‘casa’. Donatela a tutti, e prima ai poveri e ai giovani, che sono quelli che più ne hanno bisogno”. Tutti i promotori dell’evento hanno espresso la volontà di non voler rimanere chiusi in sé stessi, ma di voler partecipare attivamente ad un cambiamento di cui tutti abbiamo bisogno. Per questo Prophetic Economy non sarà un evento confessionale, ma sarà un dono per tutti, al di sopra delle differenze.

Per questo preghiamo tutti i nostri lettori di diffondere il più possibile la notizia presso le proprie parrocchie, scuole, università, reti professionali, parenti e amici.